Metodo
L'armonica diatonica
Prima di iniziare...
Impugnatura
Singole Note
Posizioni e Tonalità
Respirazione
Il Bending
I Primi Brani
Strumenti didattici
Paper Generator
Audio

 Partiture e Spartiti
Scarica le partiture
Inserisci la tua

 Armonica Cromatica
La prima cromatica
Quali metodi
La CX 12 della Hohner
L'armonica classica
Introduzione
Willi Burger

 Armonica Tremolo
Le Armoniche Tremolo
Introduzione
Tabelle Accordature
Accordature

 Manutenzione
Prima di iniziare...
Attrezzi
Pulizia
Accordatura
Sostituzione ance

 Sondaggi
Quali sono le tue armoniche
preferite ?

Tombo Suzuki
Hohner Huang
Hering Altre

    Certamente smontare una armonica non è una operazione molto difficile, ma ci sono alcune cose che è meglio sapere se si vuole evitare di accorciarne la vita.
    Innanzi tutto è meglio non abusare della propria bravura e destrezza nel saper smontare lo strumento, "le cose meno si toccano e più durano", come dicono i buoni meccanici di automobili. A lungo andare si allenteranno le meccaniche e l'armonica comincerà a diventare più "dura" a causa della perdita di aderenza tra il corpo, le placchette e il guscio, con l'inesorabile sfiatamento.

    Infatti dopo averla smontata c'è sempre la sensazione (giusta) di sentire le note meno pronte e veloci, soprattutto se l'armonica ha il corpo in legno fissato con chiodini.

    Inoltre per dosare bene la forza bisogna sempre usare i cacciaviti di piccole dimensioni, adeguate alle viti che si stanno smontando, così eviterete di spanare le filettature. Poi riavvitando le viti dovreste stare attenti a non serrarle troppo perché questo provocherebbe una deformazione delle placchette porta ance con la conseguente perdita della tenuta al fiato.
    Fare molta attenzione quindi alle viti che si trovano all'interno dello strumento e tengono insieme il corpo con le placchette porta ance.

    Per le armoniche cromatiche state attenti alle valvole che sono presenti sopra alcune ance, è estremamente facile piegarle distrattamente. Queste sono di fondamentale importanza perché danno una tenuta maggiore al fiato. Non sono presenti sulle diatoniche perché altrimenti non sarebbe possibile piegare le note. Infatti, secondo noi, è inopportuno il tentativo di certe case produttrici, di applicare sulle ance delle diatoniche delle valvole per aumentarne la tenuta.

     Bisogna prestare molta attenzione, inoltre, ad alcuni modelli come le Golden Melody della Hohner che hanno il comb (corpo centrale) costruito con un tipo di plastica dura e molto poco resistente, infatti una pressione un po' più eccessiva sulla cassa potrebbe scheggiarla o addirittura spezzarla.

 Newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere le nostre news.

Forum


 Community

HarpBlog

Chat
Forum
Guestbook
Archivio NewsLetter
Calendario Concerti
Calendario Eventi
Archivio Eventi
Glossario
Domande frequenti
Le vostre lettere
Armonica sul Web
Siti amici
Harmonica Games
Download
Foto
Video

 Gli Strumenti
Armoniche a confronto
Microfoni
Gli amplificatori
Accessori
Harmonica Shops

 Custom Harp
Custom by Plunz
Custom by De Simone
Custom by G & G
Custom by Manganelli

 Uomini e Storia
La storia dell'armonica
Armonicisti
Foto
Gli stili
Recensioni CD e Libri
Discografia
Sound Sample
Vintage



DoctorHarp dal 2000 © Sichelia.Net - PI: 04844510828 - Tutti i diritti
E' vietata la riproduzione dei contenuti presenti in queste pagine anche se parziale.